Manca meno di una settimana all’Abbots way, che da Pontremoli porterà gli atleti a Bobbio dopo 125 km e 5500 d+. I consigli della nostra nutrizionista

L’alimentazione per lo sport è un aspetto ancora molto sottovalutato nel nostro paese. Il suo ruolo è in realtà fondamentale soprattutto negli sport di prestazione, la quale dipende interamente da allenamento e nutrizione.

L’alimentazione non è importante solo nel momento della gara, anzi è la base costruita sin dai primi giorni della preparazione che è fondamentale per ottimizzare il risultato dell’allenamento, la capacità di sostenerlo in modo adeguato e la diminuzione del tempo di recupero. Non si può pensare di supercompensare in modo adeguato mangiando a caso!

Ogni nutriente ha un ruolo e va ben modulato durante la stagione.

Manca poco a The Abbot Way, Ultratrail Via degli Abati – che da Pontremoli attraverso Borgo Val di Taro, Bardi, Farini, Coli porta a Bobbio per una distanza complessiva di 125km e un dislivello di 5.500D+. Vi siete preparati? Ricordate di nutrirvi con cibo di qualità, che fa la vera differenza quando si parla di sport e salute, scegliendo frutta e verdura di stagione, cereali BIO, carni e uova da allevamenti all’aperto, pesce pescato ecc…

perché il loro contenuto nutrizionale è più ricco, e permette di sostenere meglio tutte le funzioni dell’organismo e di rimanere più a lungo in salute (anche nella gara). Basate la vostra alimentazione anche su un’alta percentuale di grassi buoni derivati da pesce, olio EVO, frutta secca BIO, cioccolato fondente ad alta percentuale, uova, parmigiano, perché questo permette di diventare più efficienti nel loro consumo, fondamentale durante una gara di ultraendurance.

Non sottovalutate i carboidrati, che vi danno la spinta durante le salite più dure, e vanno consumarti sia per mantenere alta la ricarica di glicogeno muscolare nei giorni pre-gara ma anche durante per non avere cali di energia. E non dimenticate di bere! Una perdita di peso eccessiva (sopra il 2% del peso corporeo) influisce notevolmente sulla perfomance quindi questo è il particolare più importante da non dimenticare sia nel pre-gara che durante la corsa.

Dott.ssa Lisa Lasagna (Biologa Nutrizionista, www.lisalanutrizionista.com)

Le scelte che facciamo a tavola incidono sull’ottimizzazione dell’allenamento e sui tempi di recupero
Scegliere nutrienti di qualità ci permette di diventare più efficienti nel loro consumo: un aspetto fondamentale in una gara di ultraendurance
In questo momento non accettiamo ordini.